Domande frequenti - FAQ

Una risposta alle domande frequenti dei nostri clienti

Clicca nelle domande per leggere le risposte complete! Per qualsiasi ulteriore informazione non esitare a contattarci!


Apparecchio mobile per l’interpretazione simultanea senza l’installazione di cabine. L’assenza della cabina permette all’interprete, munito di microfono e talvolta anche di cuffie, di potersi eventualmente spostare per accompagnare i delegati. La mancanza di insonorizzazione permette tuttavia l’utilizzo di tale strumento solo con un numero ristretto di partecipanti.

Lo chuchotage è noto anche con il nome di “traduzione sussurrata” e rappresenta una variante dell'interpretazione simultanea. Non necessita di alcuna apparecchiatura elettronica in quanto l’interpretazione viene effettuata a bassa voce dall’interprete a fianco degli ascoltatori. Di conseguenza, è possibile ricorrere allo chuchotage solo se i fruitori della traduzione sono in numero molto ristretto (generalmente una o due persone).

Ѐ una certificazione che convalida, per l'uso internazionale, l'autenticità di un atto pubblico, ed in particolare un atto notarile. Si tratta di una specifica annotazione (per lo più un timbro quadrato) che deve essere fatta sull’originale del certificato rilasciato dalle autorità competenti. Sostituisce quindi la legalizzazione del documento effettuata presso l'ambasciata dello Stato in cui verrà utilizzato e ha validità nei soli Paesi sottoscrittori della Convenzione dell'Aia del 1961. I documenti che possono essere apostillati sono molti e generalmente riguardano i rapporti di parentela o legami familiari come atti di nascita, matrimonio, morte, sentenze di divorzio, etc.

Comunemente chiamata anche "traduzione giurata" o "traduzione ufficiale”, l’asseverazione è  il giuramento della traduzione di: documenti privati e aziendali e, in generale, di tutti i testi per i quali è necessaria un’attestazione ufficiale da parte del traduttore. Il servizio di asseverazione viene eseguito prevalentemente da traduttori madrelingua iscritti agli Albi dei consulenti tecnici del Tribunale e al Ruolo Periti ed Esperti della C.C.I.A.A., i quali devo presentarsi personalmente al Tribunale con il documento tradotto da asseverare accompagnato dall'originale da cui è stato ricavato e sottoscrivere un verbale di giuramento. Per l'asseverazione è richiesto il pagamento di una marca da bollo del tribunale di € 16,00 ogni 100 righe di testo, partendo dalla prima facciata.

La cartella è l’unità di misura maggiormente utilizzata per quantificare le traduzioni scritte e corrisponde solitamente a 1.500 caratteri (spazi inclusi) del testo di arrivo.

Scarto di tempo che sussiste tra il discorso originale e l’interpretazione, che può variare a seconda della combinazione linguistica.

Team di interpreti che prestano servizio durante un convegno/evento.

La giornata di lavoro di un interprete corrisponde a un massimo di sette ore di lavoro (pause escluse), durante le quali l’interprete presta il suo servizio di interpretazione secondo le modalità richieste dietro il pagamento dell’onorario concordato.

La legalizzazione di una traduzione consiste nella certificazione da parte di una pubblica autorità della sua autenticità e avviene dopo l’asseverazione della traduzione in tribunale o presso l’ambasciata. La procedura di legalizzazione ad opera del consolato di un determinato paese serve ad attribuire validità secondo la legge di tale paese a un certificato straniero.

Lingua verso la quale è tradotto il testo o il discorso di partenza.

Lingua del testo o del discorso originale, dalla quale l’interprete o il traduttore traduce.

Viene definito “pivot” l’interprete che traduce simultaneamente sia per il pubblico che per i colleghi interpreti che non conoscono la lingua dell’oratore. Questi ultimi ricevono in cuffia l’interpretazione verso una lingua (nota come lingua pivot) tramite la quale, a loro volta, interpretano verso un’altra lingua.

Tipo di interpretazione simultanea che permette agli interpreti che non conoscono la lingua dell’oratore di collegarsi al canale di un collega che interpreta da tale lingua ad una nota agli altri interpreti (nota come lingua pivot). Quest’ultimi si servono della lingua pivot per tradurre verso un‘altra lingua.

La traduzione incrociata è una traduzione da una lingua straniera ad  un’altra senza passare dall’italiano. In tal caso la traduzione viene effettuata da un traduttore madrelingua della lingua di arrivo che ha la lingua di partenza nella propria combinazione linguistica.

Vedi Chuchotage.

Consiste nel “bloccare” un interprete, il quale garantisce la propria disponibilità per una giornata di lavoro. L’opzione non è vincolante e può essere confermata o annullata a seconda se il cliente abbia confermato o meno la propria richiesta. L’opzione è un presupposto per poter inviare un preventivo senza impegno al cliente.

Il preventivo per una traduzione viene normalmente inviato indicando la tariffa di base e la data di consegna della traduzione. Nel caso in cui un testo debba essere tradotto in tempi brevi o brevissimi, alla tariffa di base sarà aggiunto un supplemento per l'urgenza.